Skip to main content

Desidero condividere con voi un capitolo fondamentale del mio percorso che mi ha portato ad essere la fotografa che sono oggi. Durante un corso online, che segnò il mio primo approccio con la fotografia d’infanzia, ho avuto il privilegio di incontrare una persona straordinaria: Ornella Biondi, della Campi Visivi Studio. Ornella non è solo un’amica, ma una compagna di viaggio tanto cara quanto preziosa, che è diventata parte integrante della mia vita quotidiana.

Entrambe con un’esperienza di qualche anno nel settore della fotografia, abbiamo sentito il bisogno di distinguerci dalla massa di studi fotografici e fotonegozianti che si limitano a scattare servizi senza mai specializzarsi in nulla. Non ci identificavamo più nella visione del fotografo che lavora solo per portare a casa un compenso, ma desideravamo diventare qualcosa di più.

Da quel momento, abbiamo cominciato ad immergerci in una moltitudine incredibile di corsi, e il nostro scambio di esperienze è diventato sempre più arricchente. Mentre io mi appassionavo all’infanzia, Ornella e suo marito Lorenzo acceleravano nel mondo dei matrimoni.

Devo a Ornella il ritorno di fiamma per i matrimoni. Li avevo interrotti, dedicandomi solo all’infanzia. Con il suo entusiasmo e il suo legame con questo tipo di cerimonie, è riuscita a farmi riconsiderare la mia posizione. Con lei ho compreso che il problema non era scattare matrimoni, ma fotografare eventi che non rispecchiavano la mia natura. Il mio lavoro è puramente narrativo: posso fare una foto con competenza e sicurezza, ma ciò che mi penalizzava era scattare cerimonie che non sentivo mie.

Mi trovo a mio agio nel verde, nei boschi; non riconosco un orologio o una scarpa griffata, ma conosco il nome degli alberi. Non mi sento a mio agio negli eventi dove l’attenzione è posta sul lusso e l’esclusività. Questi valori e passioni non mi appartengono e non sono capace di fotografarli. Dopotutto, le mie fotografie non sono altro che il risultato di ciò che trovo bello, significativo e di valore, sono il riflesso di ciò che vedono i miei occhi.

Da quando ho iniziato a fotografare matrimoni con questa nuova energia, mi sono rinnamorata di questo mondo, fatto di sogni e promesse, di futuro e vita. Questo cambiamento lo devo esclusivamente a Campi Visivi Studio, a Ornella e a Lorenzo.

Le foto che vedete qui sono state scattate dietro casa loro, sull’Etna, durante un corso che mi ha fatto cambiare visione. Inizialmente riluttante ad andare, quel corso ha rappresentato l’incontro con il fotografo che oggi devo ringraziare più di ogni altro, sia in termini personali che umani, sia nel campo fotografico che in quello professionale.

Non mi sento ancora pronta a condividere pienamente il mio percorso con questa persona, ma se due anni fa ero su un vulcano a fotografare due sposi conoscendo il fotografo che avrebbe rivoluzionato la mia vita, è grazie ad Ornella e Lorenzo che ho avuto la possibilità di incontrarlo.